Facoltà di SCIENZE PEDAGOGICHE

Scienze Pedagocighe (LMG-85) – magistrale biennale  – 120 CFU – Facoltà di Scienze Umanistiche

VALUTA TUOI TITOLI – ISCRIVITI ON-LINE

DOCUMENTI E PROCEDURE DOMANDA IMMATRICOLAZIONE CONTRATTO CON LO STUDENTE MODELLO RICHIESTA CFU

  • Contatti e Info

    Tel. 081 18893962– 091 7654200 –  3318682197.

        – di carattere tutoriale email:  coord.palermo@unipegaso.it

        – di carattere generale email:  infosedepalermo@unipegaso.it

        – di carattere didattico email:  cesdnapoli@unipegaso.it

       – di carattere tecnico-organizzativo:  infocesd@unipegaso.it

     

    La relativa documentazione di immatricolazione deve essere inviata per posta R/R presso il CESD di Napoli al seguente indirizzo:

    Università Telematica “Pegaso” – UFFICIO CESD –  via Medina 5 , 80133 Napoli,  al fine di effettuare una verifica documentale.

    Sarà cura del CESD depositare la documentazione presso l’ufficio amministrativo dell’Università Telematica Pegaso e dare assicurazione al corsista.

  • Costi e pagamenti

  • Obiettivi formativi specifici

    Il percorso del biennio offre contenuti e attività didattiche che completano il profilo culturale, scientifico e professionale dell’esperto in scienze umane, pedagogiche e dell’educazione, perfezionandone le competenze in senso tematico, metodologico e progettuale nell’ambito educativo e dell’istruzione e qualificandolo come pedagogista. Gli obiettivi specifici del corso sviluppano in senso disciplinare e interdisciplinare gli obiettivi formativi qualificanti della classe, offrendo proposte diversificate per una personalizzazione dei piani di studio individuali nel rispetto dei profili professionali in uscita. Si garantirà una diversificazione anche nella tipologia di prove di accertamento tesa a rilevare la pluralità delle competenze e ad identificare e valorizzare specificità e talenti personali, anche in un’ottica auto valutativa. Il corso di studi finalizzato al conseguimento della Laurea Magistrale in “Scienze Pedagogiche” (Classe LM85) ha la durata di due anni e si propone di consentire il completamento e il perfezionamento della formazione acquisita nei corsi di laurea triennale della Classe 19. Si propone il raggiungimento dei seguenti obiettivi in relazione ai possibili esiti professionali, al proseguimento degli studi e alla ricerca: 1. Approfondite conoscenze e strutturate competenze nelle discipline comprese nel dominio di studio delle scienze della formazione, con particolare riferimento a quelle metodologico-didattiche e della ricerca educativa; 2. Capacità di cogliere il nesso tra le conoscenze messe a disposizione dalle scienze della formazione e quelle di altri domini di sapere come quello delle discipline storiche, giuridiche, sociologiche e psicologiche; 3. Capacità di analizzare i problemi della formazione, all’interno di sicuri quadri epistemologici; 4. Capacità di progettare e valutare interventi formativi, anche complessi, in relazione ai bisogni formativi di gruppi, comunità e territori, sulla base di una lettura scientificamente fondata del contesto; 5. Capacità di analizzare i problemi educativi e formativi avvalendosi di metodologie di ricerca empirica e sperimentale; 6. Conoscere approfonditamente le problematiche, i modelli e le tecniche della progettazione, del monitoraggio e della valutazione; 7. Conoscere le problematiche della formazione continua in relazione alle esigenze della learning society. 8. Comprendere la potenziale ricaduta sociale di interventi formativi. 9. Conoscere le problematiche della pedagogia nell’ambito delle organizzazioni, connettendo modelli d’intervento e teorie organizzative. 10. Buona padronanza delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, anche in relazione alla possibilità che esse consentono di supportare i processi di apprendimento

  • Sbocchi occupazionali

    La conclusione del percorso magistrale consente di svolgere ruoli per i quali siano previste mansioni implicanti una buona cultura umanistica ed elevata responsabilità progettuale e gestionale nei settori educativi e dell’istruzione. Il pedagogista è una figura obbligata di riferimento nelle equipe multifunzionali operanti sia a livello pubblico (scuola, servizi educativi e formativi polifunzionali), che privato, figura prevista nei concorsi e negli organici del pubblico impiego nei settori dell’istruzione, formazione, educazione. I laureati che avranno crediti sufficienti in opportuni gruppi di settori (DM 10/09/2012 n. 249) potranno partecipare alle prove di ammissione per i percorsi formativi a numero programmato per l’insegnamento nella scuola secondaria e, una volta completati tali percorsi e ottenuta l’abilitazione, potranno partecipare alle procedure concorsuali secondo la normativa vigente. L’ottima base metodologica offerta dal corso consente inoltre di intraprendere percorsi volti alla ricerca scientifica in ambito universitario, in particolare nei dottorati di ricerca, o in altri centri territoriali preposti alla ricerca educativa. Ulteriori sbocchi professionali sono rinvenibili nell’editoria scolastica ed educativa, nella gestione dei servizi didattici di biblioteche o musei, nella progettazione e gestione di percorsi formativi professionali per l’aggiornamento e l’educazione continua dei docenti. Il corso, inoltre, prepara alle professioni previste nella classificazione Istat di Esperti della progettazione formativa e curricolare – le professioni comprese in questa Unità Professionale coordinano e progettano le attività didattiche e curricolari relative in centri di formazione dedicati o, direttamente, nelle imprese e nelle organizzazioni – come ad esempio la professione di pedagogo..
  • Organizzazione didattica

    Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l’impegno dello studente nello svolgimento dell’attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo. Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell’usuale schema (lezioni) + (esame finale). L’introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell’apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecesimi e lode. Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività.
  • Modalità Esami fuori sede

  • Durata del corso

    La durata del Corso di Laurea è di due anni per un totale di 120 crediti formativi.
  • Caratteristiche prova finale

    La prova finale consisterà nella redazione di una tesi di laurea, coerente con i contenuti del percorso formativo, sia di elaborazione teorica, sia di analisi di casi concreti e di problemi specifici. In ogni caso deve trattarsi di prova accademicamente matura e validata, nella quale il candidato dovrà dare prova di buona conoscenza della letteratura scientifica fondamentale sul problema affrontato; anche le eventuali parti empiriche dovranno essere articolate con robusta tessitura concettuale.
  • Conoscenze ed abilità richiesta per l’accesso (art. 6 dm 270/2004)

    Il corso dà uno sviluppo di formazione avanzata ai curricula delle lauree di primo livello della classe 19. Per l’accesso al corso si richiedono competenze adeguate di almeno una lingua dell’Unione Europea ed il conseguimento di un determinato numero di CFU nelle discipline pedagogico-didattiche, psicologiche, sociologiche e filosofico-antropologiche, secondo quanto precisato nel Regolamento didattico del corso, nel quale sono definite anche le modalità di verifica dell’adeguatezza della personale preparazione.
  • Piano di studi a.a. 2013/2014 (Classe LMG-85)

    A. A. ESAME CODICE RIF. CFU
    Anno I Pedagogia generale II M-PED/01 15
    Pedagogia sperimentale II M-PED/04 15
    Filosofia teoretica M-FIL/01 15
    Storia contemporanea M-STO/04 15
    Anno II Didattica speciale II M-PED/03 10
    Docimologia II M-PED/04 10
    Sociologia generale SPS/07 10
    A scelta 8
    Tirocinio 4
    Prova di abilità informatica 3
    Prova finale 15
  •   

  • Insegnamenti

    ESAME DESCRIZIONE
    Pedagogia generale II L’insegnamento ha come obiettivo l’approfondimento di acquisire le categorie basilari del sapere pedagogico, come scienza dei modelli, delle teorie e delle pratiche educative nei contesti della formazione.
    Pedagogia sperimentale II L’insegnamento  si propone di illustrare i nello specifico ed in modo approfondito  i principali metodi e strumenti della ricerca empirica in educazione.
    Filosofia teoretica Il corso intende affrontare la rilevanza filosofica della categoria di secolarizzazione e la ripresa del dibattito sul rapporto tra religione e modernità.
    Storia contemporanea L’insegnamento affronterà i principali mutamenti del Novecento, nel loro continuo intrecciarsi con i nodi e i problemi connessi alla storia dell’infanzia.
    Didattica speciale II Il corso ha lo scopo di affrontare riflessioni e considerazioni sul tema dell’educazione visto in diverse prospettive con l’adozione della speranza quale sfondo imprescindibile di ogni processo educativo aperto al futuro e all’incontro con l’altro per la promozione e la costruzione del progetto di vita in un’ottica integrante e inclusiva.
    Docimologia II L’insegnamento mira ad approfondire  le tecniche di costruzione, uso e interpretazione dei principali strumenti e procedure di valutazione per la scuola primaria, a partire dalle più recenti evenienze teoriche della ricerca di settore sia a livello nazionale sia a livello internazionale.
    Sociologia generale Il corso intende promuovere la conoscenza delle scienze sociali: teorie, linguaggio, applicazioni.
    A scelta
    Tirocinio Il tirocinio dà la possibilità di svolgere un’esperienza lavorativa per orientare le future scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro.
    Prova di abilità informatica Il corso intende introdurre lo studente nell’utilizzo avanzato di software di base, software applicativi tipici della office automation e sistemi operativi, riconoscendoli quali requisiti basilari e fondamentali per qualunque professione. L’insegnamento prevede una forte componente pratica sia per quanto riguarda i sistemi applicativi che per quanto riguarda la programmazione e intende inoltre far acquisire, allo studente, un approccio logico alla progettazione e alla costruzione dei programmi, approfondendo il concetto di algoritmo ed utilizzando strumenti linguistici di base. Alla fine del corso lo studente dovrà essere in grado di poter imparare linguaggi di programmazione e realizzare algoritmi anche complessi.
    Prova finale
  •  


jouer au casino en ligne
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com