Facoltà di GIURISPRUDENZA

Giurisprudenza (LMG-01) – magistrale – 300 CFU – Facoltà di Giurisprudenza

Il corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza è finalizzato alla formazione di figure professionali dotate di una solida preparazione culturale e giuridica, nonchè di conoscenze tecnico-pratiche delle complesse esigenze organizzative e funzionali delle moderne attività di gestione sia in ambito pubblico sia privato.

VALUTA TUOI TITOLI – ISCRIVITI ON-LINE

DOCUMENTI E PROCEDURE DOMANDA IMMATRICOLAZIONE CONTRATTO CON LO STUDENTE MODELLO RICHIESTA CFU

  • Contatti e Info

    Tel. 081 18893962 – 091 7654200 –  3318682197.

         – di carattere tutoriale email:  coord.palermo@unipegaso.it

        – di carattere generale email:  infosedepalermo@unipegaso.it

        – di carattere didattico email:  cesdnapoli@unipegaso.it

       – di carattere tecnico-organizzativo:  infocesd@unipegaso.it

    La relativa documentazione di immatricolazione deve essere inviata per posta R/R presso il CESD di Napoli al seguente indirizzo:

    Università Telematica “Pegaso” – UFFICIO CESD –  via Medina 5 , 80133 Napoli,  al fine di effettuare una verifica documentale.

    Sarà cura del CESD depositare la documentazione presso l’ufficio amministrativo dell’Università Telematica  Pegaso e dare assicurazione al corsista. 

  • Costi e pagamenti

  • La relativa documentazione di immatricolazione deve essere inviata per posta R/R presso il CESD di Napoli al seguente indirizzo:

    Università Telematica “Pegaso” – UFFICIO CESD –  via Medina 5 , 80133 Napoli,  al fine di effettuare una verifica documentale.[/acc_item]

  • Obiettivi formativi specifici

    Il Corso di Laurea mira a far acquisire ai discenti le competenze di analisi delle norme giuridiche nonchè la capacità di impostare in forma scritta e orale, con la consapevolezza dei loro risvolti tecnico giuridici, culturali, pratici e di valore, le linee di ragionamento e di argomentazione adeguate per una corretta impostazione di questioni giuridiche generali e speciali, di casi e di fattispecie. I discenti dovranno utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell’Unione Europea oltre l’italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari. I curricula del Corso assicureranno l’acquisizione di adeguate conoscenze: dei settori fondamentali dell’ordinamento nelle sue principali articolazioni e interrelazioni, nonchè acquisizione degli strumenti tecnici e culturali adeguati alla professionalità del giurista; degli aspetti istituzionali ed organizzativi degli ordinamenti giudiziari; della deontologia professionale, della logica ed argomentazione giuridica e forense, della sociologia giuridica, dell’informatica giuridica; del linguaggio giuridico di almeno una lingua straniera.I laureati dei corsi della classe di laurea devono: aver conseguito elementi di approfondimento della cultura giuridica di base nazionale ed europea, anche con tecniche e metodologie casistiche, in rapporto a tematiche utili alla comprensione e alla valutazione di principi o istituti del diritto positivo; aver conseguito approfondimenti di conoscenze storiche che consentano di valutare gli istituti del diritto positivo anche nella prospettiva dell’evoluzione storica degli stessi; possedere capacità di produrre testi giuridici (normativi e/o negoziali e/o processuali) chiari, pertinenti ed efficaci in rapporto ai contesti di impiego, ben argomentati, anche con l’uso di strumenti informatici; avere le capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica (rapportando fatti a fattispecie), di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e di consapevolezza per affrontare problemi interpretativi ed applicativi del diritto.
  • Sbocchi occupazionali

    I laureati dei corsi della classe, oltre ad indirizzarsi alle professioni legali ed alla magistratura, potranno svolgere attività ed essere impiegati, in riferimento a funzioni caratterizzate da elevata responsabilità, nei vari campi di attività sociale, socio-economica e politica ovvero nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel settore del diritto dell’informatica, nel settore del diritto comparato, internazionale e comunitario (giurista europeo), oltre che nelle organizzazioni internazionali in cui le capacità di analisi, di valutazione e di decisione del giurista si rivelano feconde anche al di fuori delle conoscenze contenutistiche settoriali.
  • Organizzazione didattica

    Le attività formative (insegnamenti, laboratori, prova finale) sono misurate in crediti che documentano l’impegno dello studente nello svolgimento dell’attività stessa. Ogni credito corrisponde a 25 ore di impegno complessivo. Il sistema dei crediti è stato introdotto sia per facilitare la mobilità degli studenti tra i diversi atenei, anche stranieri, sia per permettere di riconoscere attività formative, ad esempio gli stages, che non rientrano nell’usuale schema (lezioni) + (esame finale). L’introduzione dei crediti non ha però comportato la sparizione dei voti che, quindi, continuano ad essere assegnati come misura, non solo del lavoro svolto, ma anche della qualità dell’apprendimento raggiunto. Seguendo la tradizione universitaria, i voti degli esami sono espressi in trentesimi, mentre il voto finale di laurea è espresso in centodecesimi e lode. Nel piano delle attività formative è indicato il numero dei crediti attribuiti ad ogni singola attività
  • Modalità Esami fuori sede

  • Durata del corso

    La durata del Corso di Laurea Magistrale in “Giurisprudenza” è di cinque anni, segue l’ordinamento semestrale, prevede il conseguimento di 300 crediti formativi e si conclude con un esame di Laurea.
  • Caratteristiche prova finale

    La laurea in Giurisprudenza si consegue con il superamento della prova finale, per essere ammesso alla quale il discente deve avere conseguito nel precedente curriculum di studi un numero di crediti pari a trecento, detratti quelli attribuiti alla prova finale medesima. La prova finale consiste nella redazione di una tesi di laurea scritta su di un argomento assegnato da un docente relatore e con il controllo di un docente correlatore, nonchè nella successiva discussione orale dinanzi ad una Commissione composta come determinato nel Regolamento Didattico d’Ateneo. Ai fini della votazione finale di laurea la segreteria Studenti calcola il voto sulla base della media dei voti riportati negli esami. (Tale media si ottiene dalla somma dei voti dei singoli esami, divisa per il numero degli stessi, ancora divisa per 3 e quindi moltiplicata per 11. In tal modo si ottiene la media rapportata a 110). Il voto calcolato dalla segreteria è quello con cui lo studente si presenta a sostenere la prova finale ed è calcolato arrotondando i decimali, a partire da 0.5, all’unità superiore. A seconda dell’esito dell’esame di laurea, tale voto può essere confermato, diminuito o, di solito, aumentato. La votazione è espressa in centodiecesimi. Rientra nella facoltà della commissione concedere la lode, il bacio accademico, nonchè proporre al Magnifico Rettore la pubblicazione della tesi. La certificazione dell’esame finale risulta da un apposito verbale.Regolamento per le Prove Finali
  • Conoscenze ed abilità richiesta per l’accesso (art. 6 dm 270/2004)

    Per l’iscrizione al corso di Laurea in parola è richiesto un diploma di scuola secondaria superiore o altro titolo anche conseguito all’estero, purchè riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente. In conformità con il Decreto 270/04, art.5, comma 7, l’Università Telematica Pegaso, riconosce come crediti formativi universitari, secondo criteri predeterminati, le conoscenze e le abilità professionali regolarmente certificate. Vengono pertanto valorizzati il lavoro, l’esperienza e la professionalità acquisita trasformandoli in crediti utili ai fini del conseguimento della Laurea. Una Commissione di Facoltà, avrà il compito di esaminare i curricula dei candidati (corredati da certificazioni degli enti o organismi interessati) ai fini della determinazione di crediti formativi attribuibili. L’accesso agli studenti provenienti da altri Corsi di Studio, sarà regolato dal Cdf su proposta del Cdl competente indicando l’anno d’iscrizione e i crediti già acquisiti e riconosciuti sulla base delle corrispondenze stabilite dell’Ordinamento Didattico.
  • Piano di studi a.a. 2013/2014 (Classe LMG-01)

    CFU
    Anno I Principi costituzionali IUS 08 9
    Istituzioni di diritto romano IUS 18 12
    Informatica di base INF 01 6
    Istituzioni di diritto privato IUS 01 18
    Storia del diritto medievale e moderno IUS 19 9
    Teoria generale del diritto e dell’interpretazione IUS 20 6
    Anno II Diritto Penale IUS 17 15
    Diritto dell’Unione Europea IUS 14 9
    Diritto Commerciale IUS 04 9
    Economia Politica SECS-P 01 9
    Istituzioni di diritto pubblico IUS 09 9
    Storia del diritto romano IUS 18 15
    Anno III Diritto del lavoro IUS 07 12
    Diritto amministrativo IUS 10 18
    Diritto civile IUS 01 9
    Procedura penale IUS 16 15
    Lingua inglese 6
    Anno IV Filosofia del diritto IUS 20 9
    Diritto dell’economia IUS 05 9
    Diritto fallimentare IUS 04 6
    Diritto internazionale IUS 13 9
    Diritto tributario IUS 15 9
    Diritto privato e comparato IUS 02 9
    A scelta dello studente 9
    Anno V Diritto ecclesiastico IUS 11 6
    Economia aziendale SECS-P 07 6
    Diritto processuale civile IUS 15 15
    Insegnamento a scelta dello studente 9
  • Insegnamenti a scelta dello sudente

    ESAME CODICE RIF. CFU
    Sistemi giuridici comparati IUS 02 9
    Diritto delle imprese pubbliche IUS 04 9
    Responsabilità amministrativa degli enti IUS 10 9
    Diritto bancario IUS 05 9
    Statistica del turismo SECS-S 05 9
    Politica economica SECS-P 02 9
    Diritto immobiliare IUS 01 9
    Diritto di famiglia IUS 01 9
    Medicina legale MED 43 9
    Diritto della navigazione e dei trasporti IUS 06 9
    Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche SECS-P 07 9
    Statistica economica 12
    Strategia aziendale SECS-P 08 9
    Diritto industriale IUS 04 9
    Diritto penale dell’impresa IUS 17 9
    Sistemi penali comparati IUS 16 9
    Ordinamento giuridico IUS 16 9
    Diritti umanitari IUS 13 9
    Diritto dei mezzi di comunicazione IUS 01 9
    Storia delle dottrine politiche SPS 02 9
    Bioetica interculturale MED 02 9
    Sociologia generale SPS 07 9
    Statistica sociale SEC-S 05
  • Insegnamenti

    ESAME DESCRIZIONE
    Principi costituzionali Il corso intende fornire una comprensione delle dinamiche connesse ai Principi costituzionali, attraverso l’analisi del sistema delle fonti del Diritto, dei diritti e dei doveri individuali, della struttura degli organi costituzionali.
    Istituzioni di diritto romano L’insegnamento intende fornire lo studio e la comprensione critica dei principi che regolano il sistema giuridico romanistico.
    Informatica base Il corso intende introdurre lo studente nelle conoscenze basilari legate ai sistemi informativi. Il percorso prevede: introduzione alla struttura dell’elaboratore e ai suoi principi di funzionamento, con la creazione di un lessico preciso; comprensione e utilizzo dell’aritmetica binaria; utilizzo avanzato di software di base, software applicativi tipici della office automation e sistemi operativi; comprensione e utilizzo di linguaggi di programmazione; familiarizzazione con reti locali e reti geografiche; conoscenza approfondita della rete Internet e delle sue applicazioni. Il corso intende inoltre far acquisire, allo studente, un approccio logico alla progettazione e alla costruzione dei programmi, approfondendo il concetto di algoritmo ed utilizzando strumenti linguistici di base.
    Istituzioni di diritto privato L’insegnamento ha lo scopo di fornire gli strumenti necessari per acquisire la conoscenza metodologica e contenutistica degli istituti che disciplinano tutti i rapporti di Diritto Privato.
    Storia del diritto medievale e moderno L’insegnamento si propone di illustrare l’approfondimento dei percorsi evolutivi del Diritto italiano.
    Teoria generale del diritto e dell’interpret. Il corso ha come obiettivo lo studio del rapporto tra il diritto e la sua interpretazione attraverso l’approfondimento delle tecniche d’interpretazione utilizzate dagli operatori giuridici.
    Diritto penale L’insegnamento si propone di fornire la conoscenza delle origini, dell’evoluzione e delle funzioni del diritto penale.
    Diritto dell’Unione Europea Il corso ha l’obiettivo di far acquisire i concetti essenziali del Diritto istituzionale e materiale dell’Unione Europea nell’attuale processo di integrazione comunitario.
    Diritto commerciale Il corso ha lo scopo di far acquisire agli studenti la conoscenza degli istituti giuridici del diritto commerciale, attraverso lo studio dell’impresa, delle società, dei titoli di credito e delle procedure concorsuali.
    Economia politica L’insegnamento si propone di fornire la capacità di comprendere e di analizzare i concetti base della microeconomia e della macroeconomia.
    Istituzione di diritto pubblico Il corso è finalizzato a fornire una conoscenza di base dei principali istituti di diritto pubblico.
    Storia del diritto romano L’insegnamento si propone di ripercorrere i processi di formazione ed evoluzione del diritto nelle varie fasi dell’antichità romana, attraverso i legami tra tradizione romanistica e diritti moderni.
    Diritto del lavoro L’insegnamento ha lo scopo di far acquisire la conoscenza dei principi costituzionali e delle altre fonti che disciplinano il sistema giuridico dei rapporti di lavoro.
    Diritto amministrativo L’insegnamento si propone di fornire le conoscenze di base del diritto amministrativo, attraverso lo studio dell’organizzazione statale e locale, dell’attività amministrativa e del procedimento.
    Diritto civile L’insegnamento ha l’obiettivo di introdurre alle tematiche principali del diritto civile, con riferimento alla persona, ai diritti reali, alla responsabilità civile, ai contratti e alle obbligazioni.
    Procedura penale Il corso ha lo scopo di cogliere i valori costituzionali correlati all’attuazione di un sistema processuale penale attraverso la struttura e l’evoluzione dell’intero procedimento penale.
    Lingua inglese Il corso di mira a sviluppare la creatività e l’abilità di usare la lingua in modo spontaneo in un contesto di comunicazione reale e specialistico.
    Filosofia del diritto L’insegnamento ha l’obiettivo di fornire gli strumenti utili per la comprensione , l’analisi e l’elaborazione del pensiero giuridico filosofico.
    Diritto dell’economia L’insegnamento si propone di analizzare le problematiche giuridiche connesse ai contratti di credito e di finanziamento parabancari.
    Diritto fallimentare Il corso si propone di approfondire le principali tematiche del diritto fallimentare attraverso lo studio delle diverse procedure concorsuali disciplinate dalla legge vigente.
    Diritto internazionale Il corso verte sullo studio degli aspetti fondamentali dell’ordinamento giuridico internazionale, attraverso l’analisi dei rapporti tra le legislazioni statali ed il diritto internazionale.
    Diritto tributario L’insegnamento è finalizzato alla comprensione del fenomeno dell’imposizione tributaria in relazione ai principi generali dell’ordinamento, alla Costituzione ed alle leggi di riforma.
    Diritto privato comparato Il corso intende offrire l’analisi comparatistica di taluni istituti giuridici, offrendo un bagaglio di conoscenze pratiche adeguato alla dimensione europea.
    Diritto ecclesiastico L’insegnamento ha come obiettivo lo studio del fenomeno religioso nella sua dimensione individuale e collettiva.
    Economia aziendale Il corso ha come obiettivo la conoscenza e comprensione delle dinamiche economiche e finanziarie delle imprese nei loro diversi aspetti.
    Diritto processuale civile Il corso ha lo scopo di fornire la conoscenza di tutti i fondamentali istituti del processo civile.
    Insegnamento a scelta dello studente
    Sistemi giuridici comparati Il corso ha lo scopo di fornire la conoscenza di tutti i fondamentali istituti del processo civile.
    Diritto delle imprese pubbliche L’insegnamento si propone di approfondire, nel quadro della disciplina delle attività produttive e dei modelli dell’impresa pubblica.
    Responsabilità amministrativa degli enti Il corso analizza la disciplina legislativa e la casistica giurisprudenziale sulla Responsabilità Amministrativa degli Enti.
    Diritto bancario L’insegnamento ha come finalità lo studio dell’attività di intermediazione finanziaria, dell’imprese bancarie.
    Statistica del turismo L’insegnamento si propone di analizzare le componenti temporali del movimento turistico, studiare gli effetti dinamici di interventi di particolare rilievo per il turismo, prevedere l’andamento futuro dei flussi turistici.
    Politica economica L’obiettivo del corso è di fornire le conoscenze teoriche dell’analisi economica come guida all’azione pratica.
    Diritto immobiliare Con questo insegnamento si vuole analizzare la normativa applicabile agli immobili contenuta prevalentemente nel Codice Civile ed in leggi speciali che disciplinano profili specifici.
    Diritto di famiglia L’insegnamento ha la finalità di fornire una conoscenza adeguata ed una comprensione critica del diritto di famiglia, attraverso l’analisi delle norme che regolano la famiglia, il matrimonio e la filiazione.
    Diritto della navigazione e trasporti Il corso si propone di esaminare l’attività e l’organizzazione amministrativa in materia di navigazione e trasporti.
    Statistica economica L’insegnamento mira a fornire ai discenti gli strumenti metodologici per comprendere la struttura di modelli quantitativi avanzati per l’analisi congiunturale dei sistemi economici.
    Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche L’insegnamento si propone di far acquisire le conoscenze relative alla caratterizzazione ed al funzionamento delle organizzazioni imprenditoriali, sviluppando la capacità necessaria alla comprensione delle fondamentali problematiche di governo e di gestione delle imprese.
    Medicina legale Con questo insegnamento si vogliono far acquisire conoscenze tecniche indispensabili per risalire alle cause di fatti penalmente rilevanti commessi sulla persona.
    Strategia aziendale Il corso propone lo studio di progettare l’identità desiderata di una impresa all’interno di un ambiente di riferimento e definire il piano attraverso il quale realizzare questa identità.
    Diritto industriale L’insegnamento propone lo studio delle vigenti normative interne e comunitarie in tema di proprietà industriale ed intellettuale e di diritto della concorrenza.
    Diritto penale dell’impresa Il corso propone lo studio dei problemi del diritto di impresa, coniugando l’approfondimento dei temi relativi alle materie sostanzialistiche di riferimento con l’analisi della disciplina penalistica.
    Sistemi penali comparati L’insegnamento ha lo scopo di far acquisire conoscenze comparate dei sistemi penali di Civil law e di Common law.
    Ordinamento giuridico L’insegnamento ha lo scopo di analizzare i caratteri generali dell’ordinamento giuridico.
    Diritti umanitari Il Corso si propone di fornire le conoscenze di base riguardanti le norme, le istituzioni e le procedure di tutela dei diritti umani.
    Diritto dei mezzi di comunicazione Il corso ha lo scopo di analizzare i principi fondamentali, quali la libertà di manifestazione del pensiero, i diritti della personalità, il diritto all’informazione e all’esame dell’ordinamento professionale dei giornalisti.
    Storia delle dottrine politiche Il corso è finalizzato a fornire una ricostruzione storica e critica delle più importanti dottrine del pensiero politico in età moderna e contemporanea.
    Bioetica interculturale Il corso ha lo scopo di analizzare le tematiche aperte dal rapporto tra l’individuo e lo spazio che abita e che lo abita.
    Sociologia generale L’insegnamento si propone di offrire un’introduzione allo studio sociologico.
    Statistica sociale L’insegnamento ha lo scopo di analizzare elementi di statistica descrittiva, attraverso indicatori nelle scienze sociali.

 


jouer au casino en ligne
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com